Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Hebrew Portuguese Russian Spanish
Home Pensieri fuori dal blog Halloween sì, Halloween no…

Halloween sì, Halloween no…

Tradizioni parallele

I pareri su Halloween sono discordi. C’è chi lo ama alla follia come momento carnevalesco di fine anno e chi lo detesta ritenendolo una festa aliena, estranea alle nostre tradizioni, importata da oltre oceano e sguaiatamente commerciale.

Che Halloween sia un’occasione per vendere gadget e dolciumi di ogni tipo e prezzo non c’è dubbio. La cosa però non mi scandalizza più di tanto visto che le nostre feste doc come Natale e Pasqua sono il trionfo dello spreco, del profano e molto poco hanno a che fare con lo spirito originario cristiano. Quanto all’aspetto alieno vorrei fare due considerazioni. La prima è che le nostre feste religiose come Natale o Pentecoste hanno radici non esattamente cristiane. Per meglio radicarsi nel territorio hanno preso il posto di feste pagane consolidate cambiando nome e finalità. La seconda considerazione riguarda il tema dei racconti del terrore che non sono assolutamente distanti dalla nostra cultura. Basta pensare alle tradizioni contadine o montanare tipiche anche della nostra regione, il Veneto. Le storie attorno al fuoco di mostri, streghe e vampiri erano un passatempo comune prima dell’era della TV. E questo succedeva anche in altri paesi europei. Penso, casualmente, alla Russia. Un libro come “Le veglie alla fattoria di Dikanka” di Gogol ne è un bell’esempio. Mi sembra quindi che si tratti di un innesto di una tradizione pagana anglosassone in una tradizione pagana locale, una rivisitazione di vecchi miti e paure in salsa moderna. Di fondo quella che cerchiamo di esorcizzare è la solita e scontata paura della morte. Fatalità la festa si situa a fianco delle celebrazioni in onore dei defunti. E anche qui bisognerebbe chiarire quanto ci sia di autenticamente religioso e quanto di commerciale (vendita di tonnellate di fiori) nell’affollare i cimiteri in un singolo giorno dell’anno. Forse il ricordo non ha bisogno di una giornata particolare, chi non c’è più vive nei nostri cuori giorno dopo giorno e personalmente apprezzo molto il motto della Società per la cremazione: “La terra ai vivi”…

 

Articoli correlati

Oggi

Sabato, 18 - 11 - 2017
Ore [03:48:06]

AVVISO

Per motivi tecnici, il login, la registrazione di nuovi utenti, l'inserimento dei commenti e la funzione di ricerca sono stati TEMPORANEAMENTE disabilitati. Ci scusiamo per gli eventuali disagi.

Blogroll

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido! Licenza Creative Commons

Questo sito utilizza i cookie per la gestione delle funzioni disponibili, per le statistiche e per la pubblicità. Premendo il tasto AGREE si accettano tutti i tipi di cookie. Potete comunque cancellare i cookie dal vostro browser o utilizzare una estensione che li blocchi. This site uses cookies to manage the features available, for statistics and advertising. Pressing the button AGREE accept all types of cookies. However, you can delete cookies from your browser or use an extension that blocks them. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information