Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Hebrew Portuguese Russian Spanish
Home Venezia Toponomastica veneziana

Toponomastica veneziana

Termini utili per orientarsi a Venezia

Altane: tipiche terrazze coperte  o meno costruite sopra i tetti.

Arzare: argine.

Bacino: specchio d’acqua.

Barbacani: mensoloni lignei che servono di sostegno e sporgono vistosamente all’interno delle calli.

Barena: basso fondale di laguna o zona sabbiosa cosparsa di erba che emerge spesso dall’acqua.

Batelo: battello, vaporetto, indica spesso un mezzo pubblico lagunare.

Bocca di Piazza: è il punto da cui si imbocca Piazza S. Marco.

Borgoloco: borghetto, piccolo borgo.

Ca’: voce antica per casa, spesso indica un palazzo.

Cale: calle, via, strada.

Calesela o caleta: piccola via.

Campanil: campanile.

Campazzo: generalmente indica un luogo in cui in precedenza sorgeva un cimitero.

Campielo: piccolo campo.

Campo: piazza più o meno estesa.

Canal: canale.

Canalazzo: indica il Canal Grande.

Chiesa: chiesa.

Corte: cortile.

Cortesela: piccola corte.

Crosera: luogo dove convergono quattro strade.

Erbaria: area in cui era ed è tutt’ora situato il mercato delle erbe e della frutta di Rialto.

Fondamenta: strade lungo rivi e canali.

Frezzeria: strada in cui anticamente si vendevano frecce.

Gheto: ghetto, zona in cui vivevano gli ebrei.

Gondola: caratteristica imbarcazione veneziana, usata specialmente per la navigazione interna lagunare.

Imbarcadero: pontile su cui attraccano i mezzi lagunari.

Laguna: specchio di acqua di mare circondato da terra.

Lancia: piccolo motoscafo adibito a taxi, ambulanza o mezzo della polizia o dei vigili del fuoco.

Lazareto: lazzaretto, anticamente ospedale per gli appestati.

Lista: striscia di terreno nelle vicinanze di un’ambasciata.

Liston: strada attigua alle Procuratie di piazza S. Marco meta di passeggiate.

Marzaria: merceria era la strada più rapida che univa Rialto a S. Marco; divisa in tre parti: dell’Orologio, di S. Giuliano, di S. Salvatore.

Naranzaria: mercato delle arance.

Ospeal: ospedale, luogo in cui si curano gli infermi.

Ospealeto: piccolo ospedale.

Ospizio: luogo dove anticamente alloggiavano forestieri o mendicanti.

Palazzo: edificio prestigioso.

Paludo: strada ottenuta con l’interramento di una palude.

Parochia: parrocchia.

Piazza: luogo spazioso circondato da edifici.

Piazzeta o piazzal: piccola piazza.

Pissina: piscina, luogo in cui inizialmente c’era un rivo.

Ponte: costruzione per passare da una riva all’altra di un canale.

Ponteselo: piccolo ponte.

Portego: portico.

Pozzo: luogo scavato a fondo per attingere acqua.

Prezon: prigione

Ramo: angolo di via che mette in comunicazione due strade.

Rielo: piccolo rivo.

Rio: canaletto interno.

Rio terà: rivo interrato.

Riva: tratto di fondamenta lungo il canale.

Ruga: dal francese Rue , strada.

Rugheta: stradina.

Saca: sacca, slargo di un canale.

Salizada: strada lastricata.

Scola: scuola o congregazione devota ad un santo.

Sestier: sestiere, una delle sei parti in cui è divisa la città di Venezia. Da una parte del Canal Grande vi sono S. Marco, Castello e Cannaregio, dall’altra S. Polo, S. Croce e Dorsoduro. Tale divisione risale al decreto del Maggior Consiglio del 1 agosto 1171 emesso per imporre una tassa sui possedimenti.

Spadaria: luogo dove anticamente vi erano botteghe di armaioli.

Squero: piccolo cantiere navale dove si costruiscono e si riparano barche e gondole.

Sotoportego: sottoportico.

Tragheto: traghetto, passaggio da una riva all’altra del canale.

Vera da pozzo: margine del pozzo, spesso è finemente decorato con rilievi.

Zatare: zattere, fondamenta sul Canale della Giudecca così chiamata perché un tempo vi ormeggiavano le zattere scese dai fiumi cariche di legname.

 

 

Santi

Anche i nomi dei Santi a cui sono state intitolate le chiese veneziane assumono un suono diverso, eccone alcuni dei più particolari...

 

S. Alvise: S. Lodovico

S. Aponal: S. Apollinare

S. Basegio: S. Basilio

S. Biasio: S. Biagio

S. Beneto: S. Benedetto

S. Boldo: S. Ubaldo

S. Bortolo: S. Bartolomeo

S. Isepo: S. Giuseppe

S. Lio: S. Leone

S. Marcuola: SS. Ermagora e Fortunato

S. Margarita: S. Margherita

S. Pantalon: S. Pantaleone

S. Polo: S. Paolo

S. Provolo: S. Procolo

S. Salvador: S. Salvatore

S. Stae: S. Eustachio

S. Stin: S. Stefanino o S. Stefano confessore

S. Ternita: SS. Trinità

S. Todaro: S. Teodoro

S. Tomà: S. Tommaso

S. Trovaso: SS.. Gervasio e Protasio

S. Vidal: S. Vitale

S. Vio: SS. Vito e Modesto

S. Zan Degolà: S. Giovanni Decollato

S. Zaninovo: S. Giovanni Nuovo o S. Giovanni in Oleo

S. Zanipolo: SS.. Giovanni e Paolo

S. Zuane: S. Giovanni

S. Zulian: S. Giuliano

Articoli correlati

Oggi

Sabato, 18 - 11 - 2017
Ore [05:52:35]

AVVISO

Per motivi tecnici, il login, la registrazione di nuovi utenti, l'inserimento dei commenti e la funzione di ricerca sono stati TEMPORANEAMENTE disabilitati. Ci scusiamo per gli eventuali disagi.

Blogroll

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido! Licenza Creative Commons

Questo sito utilizza i cookie per la gestione delle funzioni disponibili, per le statistiche e per la pubblicità. Premendo il tasto AGREE si accettano tutti i tipi di cookie. Potete comunque cancellare i cookie dal vostro browser o utilizzare una estensione che li blocchi. This site uses cookies to manage the features available, for statistics and advertising. Pressing the button AGREE accept all types of cookies. However, you can delete cookies from your browser or use an extension that blocks them. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information