Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Hebrew Portuguese Russian Spanish
Home Cucina "Bussolà Forte": un dolce di Murano

"Bussolà Forte": un dolce di Murano

Il Bussolà Forte di Murano

Si tratta di una ricetta tipica muranese, preparata, per ovvii motivi, nel periodo invernale, in particolare durante il periodo della festa di San Nicolò e del Natale.

Bussolà forte di Murano

Un tempo la ricetta era un segreto tramandato solo in famiglia. Negli ultimi anni la ricetta base è stata svelata e alcuni panifici dell’isola ne vendono delle ottime versioni. Tuttavia al di fuori di Murano il dolce è ancora poco conosciuto. Quella che vi proponiamo è una delle tante varianti. Si raccomanda di mangiarlo a piccole dosi perché è davvero uno squisito concentrato di calorie.

Dosi: 450 gr di farina, 2 hg di cioccolato fondente, 30 gr di cacao amaro, 1 hg di mandorle, 1 hg di cedrini, 60 gr di pinoli, 180 gr di zucchero, 2 uova, 5 cucchiai di melassa non raffinata, un pizzico di pepe, un pizzico di paprica, sale q.b., 2 cucchiai d’olio extra vergine di oliva, ¼ di bicchiere di vino bianco secco, un bicchierino di rum molto aromatico.

Impastare gli ingredienti partendo dalle uova con lo zucchero, quindi aggiungere il cacao, le spezie, il sale, la farina, l’olio, il vino ed il rum. Per ultima aggiungere la melassa. Essendo molto densa l’impasto dovrà essere lavorato con energia per amalgamare bene il tutto. Se l’impasto dovesse risultare troppo morbido aggiungere farina. Viceversa se fosse troppo secco aggiungere melassa e vino. Tagliare il cioccolato a pezzettini e aggiungerlo all’impasto assieme a quasi tutti i pinoli, le mandorle e i cedrini. Disporre il risultato su una forma da ciambella leggermente imburrata.

Inserire nel forno preriscaldato a 180° e cuocere per circa 30 minuti. Se si utilizza un forno non ventilato ma tradizionale a gas, può essere utile mettere in forno un pentolino adatto colmo d’acqua per mantenere morbido l’impasto. Appena cotto decorarlo con i cedrini, i pinoli e le mandorle lasciati da parte. Lasciarlo raffreddare e mangiarlo dopo un paio di giorni. Il dolce si conserva tranquillamente per un paio di settimane, l’unico inconveniente è la pasta che tende un po’ a seccarsi con il passare dei giorni.

Articoli correlati

Oggi

Sabato, 18 - 11 - 2017
Ore [05:37:24]

AVVISO

Per motivi tecnici, il login, la registrazione di nuovi utenti, l'inserimento dei commenti e la funzione di ricerca sono stati TEMPORANEAMENTE disabilitati. Ci scusiamo per gli eventuali disagi.

Blogroll

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido! Licenza Creative Commons

Questo sito utilizza i cookie per la gestione delle funzioni disponibili, per le statistiche e per la pubblicità. Premendo il tasto AGREE si accettano tutti i tipi di cookie. Potete comunque cancellare i cookie dal vostro browser o utilizzare una estensione che li blocchi. This site uses cookies to manage the features available, for statistics and advertising. Pressing the button AGREE accept all types of cookies. However, you can delete cookies from your browser or use an extension that blocks them. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information